Novità Mondadori Marzo 2017

Come in una scatola di cioccolatini, oggi ce n’è per tutti i gusti! Ne sarebbe felice Forrest Gump 🙂 !
Proprio come in un gustoso menù, questo mese la Casa Editrice Mondadori, offre agli appassionati lettori, tre portate dai sapori disparati.

Si inizia con un fantasy, per i palati più avventurosi: Starcraft – Evolution di Timothy Zahn. «Il nuovo grande romanzo ufficiale dell’affascinante gioco di strategia Starcraft II».
cover Starcraft
Sinossi

Un romanzo ricco di azione, l’inizio di una nuova stagione di avventure della acclamatissima serie “StarCraft” firmata Blizzard Entertainment. Dopo un conflitto durato un decennio, le tre potenti fazioni che si sono combattute brutalmente – gli enigmatici protoss, i selvaggi zerg e i terran – hanno finalmente stabilito il cessate il fuoco, ma la pace è tutto tranne che stabile. Quando si viene a sapere che un pianeta zerg incenerito tempo addietro è misteriosamente “rinato”, la tensione esplode. La neutralità si trasforma in aperta ostilità e gli zerg vengono accusati di aver sviluppato armi biologiche letali per rinfocolare il conflitto.
Una spedizione di soldati e di ricercatori terran e protoss dovrà fare luce sul misterioso pianeta “risorto” e sulle intenzioni dei suoi abitanti. Ma il lussureggiante paesaggio alieno è dimora di ben altri abitanti, creature avvolte dalle ombre che, se liberate, potrebbero cambiare il destino dell’intera galassia. Basandosi sul ricco universo del gioco omonimo, il pluripremiato autore Timothy Zahn ci regala l’ultimo capitolo della sorprendente saga di “StarCraft”, una storia originale e indimenticabile.

star-wars-Timothy-Zahn
L’autore

Timothy Zahn è autore di più di quaranta romanzi, quasi novanta racconti e novelle, e quattro raccolte di racconti. Nel 1984 vinse l’Hugo Award per la migliore novella di fantascienza. Zahn è conosciuto soprattutto per i romanzi di “Guerre stellari”, tra gli altri: L’erede dell’Impero, Sfida alla Nuova Repubblica, L’ultima missione, Spettro del passato, Visione del futuro e Contrabbandieri. La sua produzione include anche la saga fantascientifica “Cobra” e la serie per ragazzi “Dragonback”. Ha una laurea in Fisica conseguita all’Università del Michigan e una specializzazione all’Università dell’Illinois. Vive con la famiglia sulla costa dell’Oregon.

◊ Collana: Chrysalide ◊ Prezzo di copertina: € 17, 90 ◊ Pagine: 312 ◊


Proseguiamo il nostro lauto pasto con una di quelle portate belle importanti, un thriller psicologico in denuncia al bullismo: Tredici di Jay Asher. «Non puoi bloccare il futuro. Non puoi riavvolgere il passato. L’unico modo per scoprire la verità … E’ premere play».

cover 13.jpg
Sinossi
 
“Ciao a tutti. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita. O meglio, come mai è finita. E se state ascoltando queste cassette è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa. Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori … Ve lo prometto.”
Quando Clay Jensen ascolta il primo dei nastri che qualcuno ha lasciato per lui davanti alla porta di casa non può credere alle sue orecchie. La voce che gli sta parlando appartiene ad Hannah, la ragazza di cui è innamorato dalla prima liceo, la stessa che si è suicidata soltanto un paio di settimane prima. Clay è sconvolto, da un lato non vorrebbe avere nulla a che fare con quei nastri. Hannah è morta, e i suoi segreti dovrebbero essere sepolti con lei. Ma dall’altro, il desiderio di scoprire quale ruolo ha avuto lui nella vicenda è troppo forte. Per tutta la notte, quindi, guidato dalla voce della ragazza, Clay ripercorre gli episodi che hanno segnato la sua vita e determinato, in un drammatico effetto valanga, la scelta di privarsene. Tredici motivi, tredici storie che coinvolgono Clay e alcuni dei suoi compagni di scuola e che, una volta ascoltati, sconvolgeranno per sempre le loro esistenze. Con più di due milioni e mezzo di copie vendute soltanto negli Stati Uniti, Tredici, romanzo d’esordio di Jay Asher, è uno dei libri più letti dai ragazzi americani, e ora anche una serie televisiva prodotta da Netflix.

51IVlMTHiiL._UX250_

L’autore

Jay Asher vive in California, è stato bibliotecario e libraio in ogni tipo di libreria, da quelle indipendenti a quelle di catena. Tredici è il suo romanzo d’esordio e, fin dalla pubblicazione, nel 2007, è stabilmente nella classifica dei bestseller del «New York Times». Ora è anche una serie originale Netflix in tredici puntate.

◊ Collana: Chrysalide ◊ Prezzo di copertina: € 17, 00 ◊ Pagine: 240 ◊


Ogni menù che si rispetti termina con un dessert, e anche per questa occasione si può trovare il libro giusto! Uno young adult dal sapore tenue: Cose che non voglio dimenticare di Lara Avery. «Ti chiami Samantha. O Sammie, per la famiglia e gli amici. Mi correggo, la mia unica amica. Non è il caso di strafare. Hai una cotta pazzesca per Stuart Shah, che potrebbe essere interessato a te ma anche no. Hai una malattia rarissima. La cosa peggiore di questa malattia, aparte il fatto che è mortale, è che ti sta facendo perdere la memoria. Qui tu prendi nota di tutto, anche dei giorni no, perché avrai bisogno di ricordare anche quelli, prima o poi».
cover Cose che non voglio dimenticare.jpg
Sinossi

“Se stai leggendo queste parole, probabilmente ti stai chiedendo chi sei. Sei me, Samantha Agatha McCoy, in un futuro non troppo lontano. Sto scrivendo queste righe per te. Dicono che la mia memoria non sarà più la stessa, che comincerò a dimenticare le cose. Per questo ti scrivo. Per ricordare.”

Samantha aveva in testa un piano ben preciso. Per prima cosa vincere il campionato nazionale di dibattito, poi trasferirsi a New York e diventare un affermato avvocato per i diritti umani. E infine, ovviamente, conquistare Stuart Shah, il ragazzo di cui è pazza. Tra lei e i suoi progetti però si mette in mezzo la rara malattia genetica di cui è affetta e che poco alla volta – così dicono i medici – le porterà via la memoria e la salute. Ma tutto si può dire di Sammie tranne che sia una diciassettenne che si abbatte facilmente. A un destino tanto assurdo, infatti, decide di opporsi con tutte le sue forze. E lo fa nell’unico modo che conosce: scrivendo. In un diario assolutamente non convenzionale, indirizzato alla sua futura sé e ribattezzato Libro delle cose che non voglio dimenticare, inizia ad annotare tutti i momenti belli (e meno belli) della sua vita: dal riavvicinamento al suo più vecchio e caro amico ai mille modi che lui si inventa per farla ridere, al primo romanticissimo appuntamento con il suo grande amore. E poi, ancora, dalle persone che le hanno spezzato il cuore a quelle che glielo hanno “aggiustato”. Perché se davvero lei dovrà andarsene presto, almeno lo farà con la consapevolezza di aver prima assaporato tutto ciò che la vita poteva regalarle.
Un romanzo tenero e delicato, una storia struggente che non abbandonerà facilmente il lettore, neanche dopo che avrà letto l’ultima pagina e riposto il libro sullo scaffale.
 
TpKzYXXo
 
L’autrice

Lara Avery vive a Minneapolis, Minnesota, dove scrive per la rivista letteraria «Revolver». Questo è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.

◊ Collana: Chrysalide ◊ Prezzo di copertina: € 17, 90 ◊ Pagine: 312 ◊


Non mi rimane che augurarvi Buona Lettura ( … e buon appetito … )!

!Bacio!

Stella_Marina

#Recensione: Book Jumpers

Bentornati Sperduti.

Quest’oggi vi propongo un libro presente nella rubrica Gennaio on the read!, si tratta di un fantasy per ragazzi intrecciato solidamente alla letteratura classica e ricco di spunti letterari. Romanzo d’esordio dell’autrice tedesca, si presenta come una lettura leggera ma comunque curiosa.

Vi presento Mechthild Gläser con il suo: Book Jumpers.

img_bj1


Scheda

  • Titolo originale: Die Buchspringer
  • Autore: Mechthild Gläser
  • Casa Editrice: Giunti Editore
  • Anno di pubblicazione: 2016
  • Genere: Fantasy
  • Pagine: 338
  • Prezzo di copertina: € 10, 00

Recensione

Amy è una ragazza di diciassette anni che vive in un piccolo paesino tedesco di nome Bochum, assieme alla madre Alexis. Per le vacanze estive, le due decidono di partire alla volta di Stormsay – un’isoletta scozzese residenza dei loro unici parenti – dalla quale, Alexis, si allontanò inspiegabilmente poco prima di partorire la figlia, senza farvi più ritorno.

L’arrivo risulta leggermente traumatico a causa del potente temporale che, insistentemente, investe con onde rabbiose e folate di pioggia gelata la piccola imbarcazione su cui si trovano le due ragazze, abbassando l’umore generale già non troppo frizzante. Infatti entrambe custodiscono il peso del dolore che le ha spinte ad allontanarsi dalla Germania: Alexis si è lasciata alle spalle una relazione con un uomo fantastico che ha scoperto, però, essere già sposato; Amy fugge da quel bullismo che da troppo la perseguita fra i banchi di scuola.

Fortunatamente la barchetta, dopo tanto ondeggiare, attracca facilmente in un pontine di legno, lasciandole approdare nel piccolo paesino costiero. Subito se lo lasciano alle spalle, dirigendosi a passo spedito verso la brughiera fangosa e trascinando faticosamente le valigie nel buio e nel silenzio più totali, raggiungendo – ormai fradicie – la calda villa di Lennox House. Un’abitazione d’altri tempi: maestosa e regale. Qui vive Lady Mairead, la madre di Alexis. Amy incontra così per la prima volta sua nonna, trovandosi improvvisamente immersa in una storia familiare di cui ignorava l’esistenza: antiche casate – i Lennox e i Macalister – rivali da tempi immemori, impegnate nell’arduo compito di salvaguardare la letteratura nel Mondo, grazie al caratteristico dono che particolarizza ogni nuovo erede … Entrare all’interno dei racconti, attraverso la Porta Litterae. Incredula, Amy prende parte alle sue prime lezioni spinta da un’incontrollabile eccitazione, ma da subito appare chiara la sua diversità. Alexis, infatti, nasconde da anni un segreto che potrebbe destabilizzare l’intero equilibrio familiare. Solamente durante una fredda serata, al riparo da orecchie indiscrete, trova il coraggio di rivelare alla figlia la natura della sua unicità. Amy non è una Lennox comune.

Superato lo sgomento e l’incredulità di quella confessione, la ragazza prosegue imperterrita nella sua personale missione: stanare il ladro di rudimenti. Accompagnata da Will – uno dei Macalister – e con l’ausilio del Giovane Werther, si imbarcherà in un’avventura apparentemente irrisolvibile e dai tratti inaspettatamente spaventosi, che la condurrà al compimento più profondo e veritiero dell’incarico ereditato: salvare il mondo della fantasia!

Considerazioni personali

I protagonisti non sono stati caratterizzati al meglio, risultando banali e prevedibili. Per quanto riguarda la trama, nonostante alcuni aspetti non vengano quasi per nulla approfonditi, riesce a scorrere fluida e lineare accompagnata da uno stile narrativo decisamente semplice. Ho apprezzato maggiormente gli ultimi capitoli, in cui finalmente qualche colpo di scena è riuscito a smuovere la lettura, abbastanza piatta nella prima metà del libro.

Non mi ha entusiasmata, nonostante questo ammetto di aver trovato molto bello il finale. Un romanzo simpatico e piacevole, caratterizzato da un’idea di base intrigante e dalle forti potenzialità.

Voto: 6/10

Mary

#Recensione: Il Re Orco

Bentornati Sperduti.

Oggi voglio parlarvi di un libro che è stato in grado di emozionarmi e tenermi sul filo del rasoio quasi fino alla sua conclusione, percependo costantemente la voglia di procedere nella lettura in modo da accertarmi che la protagonista si salvasse dai suoi guai. Voglio presentarvelo con la speranza che possa affascinare anche voi come è riuscito a conquistare me!

Vi presento Matteo Piombo Papucci con il suo: Il Re Orco.

img_re

Prima di continuare, volevo informarvi che ieri mattina è arrivato Flawed di Cecilia Ahern, finalmente! Ed io non vedo l’ora di cimentarmi in questa nuova lettura e di raccontarlo a voi (ovviamente!).


Scheda

  • Titolo originale: –
  • Autore: Matteo Piombo Papucci
  • Casa Editrice: La Caravella Editrice
  • Anno di pubblicazione: 2015
  • Genere: Romanzo – Fantasy
  • Pagine: 274
  • Prezzo di copertina: € 11, 05

Recensione

Una stanza buia e umida sigillata intorno ad Amelia, distesa immobile senza alcuna memoria della propria vita ma col corpo disseminato da profonde ferite sulle quali dei ragni affaccendati intrecciano fitte trame di ragnatele appiccicose. Così il romanzo si presenta alla curiosità del lettore.

Una giovane ragazza, prossima a divenire donna, sarà la voce narrante del faticoso viaggio che si ritroverà costretta ad intraprendere nelle lugubri e agghiaccianti terre del Re Orco. Spronata unicamente dall’inarrestabile impulso di fuggire alla cattiveria che da sempre pare rincorrerla, camminerà solitaria dentro le sue più grandi paure, incontrando di tanto in tanto personaggi singolari che – con giusti o loschi presupposti – tenteranno di deviare il suo percorso. Il tutto racchiuso in una cornice di paesaggi dal sapore fantasy – variopinti e tetri – nei quali Amelia darà inizio alla sua personale rivincita, mutando irrevocabilmente la sua condizione – da vittima a guerriera. Un cambiamento che la renderà pronta ad affrontare i ricordi cancellati e il dolore celato dietro di essi, riportando così alla luce le verità del suo passato e le immagini raccapriccianti di quella che, inizialmente, non era altro che un’innocente esistenza di un’innocente bambina. Sarà così che scoprirà la vera identità di quel Re Orco che, brutalmente, l’ha avvelenata con la sua insana bramosia.

Un romanzo fantasy assolutamente singolare, composto da un perfetto intreccio di due trame parallele in cui vengono racchiuse immaginazione e crudele realtà. Un fattore capace di obbligare il lettore a fissare dietro il pesante sipario, posizionato con cura per nascondere al mondo la perfidia che, silenziosa, si espande dentro i cuori imputriditi di tutti gli orchi del mondo.

Considerazioni personali

L’aspetto più sorprendente del romanzo è il suo presentarsi come un enorme specchietto per le allodole: nulla è mai ciò che sembra e ogni dettaglio è in grado di sconvolgere il lettore. In questo modo ci si sente costantemente destabilizzati, incapaci di formulare anche piccole previsioni sulla storia. Diventa facile, a questo punto, vivere in prima persona il totale smarrimento della protagonista. Una Sottigliezza accuratamente strutturata dall’autore che agevola notevolmente la nascita di una forte empatia nei confronti di Amelia.

Voto: 9/10

Mary