“Funne” – Il documentario di Katia Bernardi

Bentornati Sperduti.

Oggi ritornano le Funne, tra gli articoli del blog, con la naturalezza e la semplicità tipica delle genti di montagna. Solo che questa volta non rimarranno fisse su carta a narrarci la loro avventura, bensì assumeranno forme e colori e noi ne sentiremo i diversi toni di voce, scorgeremo le emozioni nei guizzi accesi dei loro occhi e potremo osservarne i movimenti a volte goffi … Perché quest’oggi non vi parlerò del libro dedicato a queste simpatiche signore ma del documentario girato dalla stessa autrice, Katia Bernardi.

fd.jpgHo finito il romanzo un paio di mesi fa ( QUI a voi la mi recensione! ), comprato per la curiosità data da un argomento così poco discusso com’è la seconda giovinezza, e già dalle prime righe mi è stato impossibile non affezionarmi a questo gruppo di nonne così familiari, determinate al raggiungimento del loro grande sogno. Era difficile richiudere il libro, perché la voglia di vedere se ce l’avrebbero fatta era tanta, senza contare poi la dolcezza della loro compagnia, che profumava ogni nuova pagina di Domeniche in famiglia e pomeriggi dai nonni a giocare con i cugini … Credo in verità, sia stato questo particolare a scatenare il mio entusiasmo per la storia. Ovviamente, terminata la lettura, il mio obiettivo era di riuscire il prima possibile a vederne il documentario … E finalmente, settimana scorsa, ci sono riuscita!!

Felicissima! 🙂

Eccitata all’idea, mi sono vestita a modo con la speranza d’incontrare l’autrice e di rubarla qualche minuto al grande pubblico per scambiare due parole tra noi … Purtroppo non è stato possibile perché, a causa di motivi non chiari, ne Katia Bernardi ne le Funne, sono riuscite a presenziare alla serata. Con mio dispiacere! Nonostante questo piccolo bug, l’evento si è rivelato, oltre che interessante, parecchio divertente. Non solo per le buffe scene del documentario, quanto per l’imbarazzo generale dilagato in sala al momento del dibattito finale … In cui tutti sembravano terrorizzati dalla minaccia del microfono (me compresa! Solo una volta ho parlato in un microfono: “costretta” a cantare Azzurro di Adriano Celentano in un baretto del luogo! Embarrassing Moment xD ).

Tralasciando ricordi adolescenziali divertenti perché traumatici quel “tanto che basta”, proseguiamo in maniera attinente all’argomento principe dell’articolo.

 A guidare l’evento era presente Antonia Dalpiaz, impegnata nella presentazione del libro durante la prima fase della serata mentre, nel momento successivo alla proiezione del filmato, nella gestione del dibattito.
Per chi non la conoscesse, trascrivo qui sotto una piccola biografia:
 
personaggi_-_antonia_dalpiaz_imagefull1Antonia Dalpiaz è nata a Trento, dove risiede con la famiglia. Laureata al Dams di Bologna, si occupa di critica e di scrittura teatrale (trenta i testi realizzati sia in lingua italiana che in dialetto, rappresentati in regione e nel nord Italia). Al suo attivo anche due libri di poesia in vernacolo: “Na faliva de luce” del 1990 ed “Enventarse na vita” del 1998. Con Curcu & Genovese ha pubblicato i romanzi “Una donna imperfetta” (2001 – due edizioni) e “Regalo di compleanno” (2004) che compongono con “Doppia pelle” una trilogia dedicata al vasto e complesso mondo femminile.
Il documentario non riportava molte delle vicende descritte nel libro (che speravo invece di vedere) ma ha riprodotto la genuinità delle protagoniste con una forte vena  di umorismo e ironia, senza tralasciare la malinconia di quell’età, che prende forma di un velo sopra agli occhi sorridenti e sognanti. Un mix equilibrato di durezza, sentimento e desiderio di riuscita.
Io e Hugo ci siamo fatti un sacco di risate, grazie soprattutto all’Armida e alla sua buffa personalità!
 
Qui sotto vi lascio un paio di scatti della pellicola (non avevo con me la reflex, quindi perdonatemi qualche imperfezione).
 
FD1
Uno dei punti cardinali di Daone. La Chiesa del paese.
FD2
Il dubbio dipinto sul volto delle Funne
FD3
La Madonna della Neve
FD4
“Ma a Lourdes sono seri, dicono le preghiere!” … In partenza per il Calendario dei Sogni!

Questa volta, non vi auguro Buona Lettura … Ma Buona Visione (mi sembra d’obbligo).

Mary

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...