Solo una notte

Con queste giornate dorate, dal profumo inconfondibile dei fiori sbocciati da poco e protette dal cielo immutabilmente azzurro, torna la voglia di correre in piazza tra i colori e i suoni della musica al massimo nelle casse.

Per me l’estate significa nuovi baci, sguardi sconosciuti, balli sfrenati, cocktail gelati … E mi torna in mente una serata di qualche tempo fa dove tutto ciò che ho nominato è rimasto racchiuso lì, nel ricordo che ora ho.

Non ho mai amato le discoteche, io preferisco ballare all’aperto fra il profumo di prato e l’odore di sigarette. Il contrasto tra il buio della notte e le luci del palco, tra il silenzio e il vociferare di mille altri accorsi al richiamo della festa.

Quella volta me ne ero andata con un’amica dell’epoca in uno spiazzale fuori portata della città. C’era musica reggae, che all’estate si abbina come una veste su misura.

Il posto pullulava di ragazzi e ragazze dal sorriso immutabile sulle labbra, dai bicchieri costantemente pieni e dai piedi sistematicamente concentrati a tenere il ritmo.

Non vedevo l’ora di buttarmici in mezzo!

Ma prima, come sempre, bisognava favorire al bancone. Solo dopo è concessa l’entrata in pista (secondo le mie regole), con il liquido colorato e dolciastro straripante ad ogni passo dal boccale.

L’oscurità del cielo era perfetta … Un lenzuolo blu scuro adagiato sopra di noi, nascondendoci … Come a renderci liberi nella nostra notte di follia.

L’aria era calda e si appiccicava alla pelle donandogli il profumo dei boccioli danzanti nel vento.

I ritornelli delle canzoni cantati a squarciagola giungevano alle orecchie come un inno.

Per quella notte saremmo stati tutti un unico popolo, un’unica famiglia. Ci saremmo offerti da bere tra sconosciuti e ci saremmo sorrisi senza un motivo, avremmo fumato una sigaretta chiacchierando di noi come fosse cosa abituale e ci saremmo scambiati sguardi, numeri, accendini e abbracci.

Amicizie e amori che durano una serata ma che riecheggiano nei ricordi per tutta la vita.

Quella sera conobbi un ragazzo. Si avvicinò a me mentre ballavo buttando fuori ogni negatività della settimana. Mi mise le mani sui fianchi e, senza scambiare una parola, seguimmo il ritmo assieme.

Passammo le ore successive mano per mano, dentro e fuori la pista, parlando senza senso di nulla, ridendo tutti assieme (io, la mia amica, lui e il suo amico), brindando fra noi, fumando e baciandoci.

Mi ha sempre stupito e affascinato quel legame improvviso che nasce sotto le luci multicolori degli accecanti fari di un palco.

Il sapore di un bacio estivo sorprende sempre … Perchè è un regalo al di fuori del tempo.

Esiste solo per una notte.

E questo è fantastico.

 

!Bacio!

Stella_Marina

Annunci

2 thoughts on “Solo una notte”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...